BLOG

Albaville

Uno sguardo sul mondo che cambia, case history e informazioni sul leasing

Seleziona categoria
Guida al credito

Perché le aziende scelgono il leasing per i loro investimenti

​Per aziende e PMI è questa la formula preferita rispetto all’acquisto, al noleggio o al finanziamento tradizionale. Vantaggi e opportunità

  • 20190516150243-3206_xweb.jpg

15 Maggio 2019

Il leasing si conferma come il prodotto preferito dalle PMI per accedere alle forme di agevolazione fiscale. A maggio 2018, oltre il 70% dei finanziamenti che derivano dalla ‘Nuova Sabatini’ si riferiscono a operazioni in leasing, il restante 30% a finanziamenti bancari (Fonte: Report annuale Assilea 2018). Anche se in crescita tra le grandi aziende, il leasing si conferma tra le forme di finanziamento preferite dalle PMI.

Una recente ricerca Assilea rivela infatti che “quasi la metà del leasing finanziario di beni strumentali e mezzi di trasporto nel 2018 è stato rivolto a PMI che hanno beneficiato degli incentivi agli investimenti di cui alla Nuova Sabatini.

Un 30% ha interessato PMI che hanno fatto ricorso alla Sabatini Ordinaria e un ulteriore 20% ha riguardato PMI che hanno effettuato investimenti 4.0 (“Tecno-sabatini”)”[1]

Ecco, in estrema sintesi, i vantaggi del leasing rispetto ad altre forme di finanziamento.

Leasing o noleggio?

Con il leasing, l’utilizzatore finale può scegliere sia il bene con le caratteristiche desiderate (pensiamo a un’auto per esempio: in alcuni casi si può richiedere un bene ‘su misura’) che il fornitore.

Dal momento che la società finanziaria paga il fornitore senza dilazioni, il leasing facilita la possibilità di accedere a eventuali sconti sul prezzo finale del bene.

Infine, allo scadere del termine e alle condizioni stabilite dal contratto, il leasing permette di acquisire la proprietà del bene.

Leasing o acquisto?

Rispetto all’acquisto, il leasing offre alcuni vantaggi fiscali: dal frazionamento dell’IVA nei canoni periodici, alla possibilità di accelerare la deducibilità rispetto alle tabelle di ammortamento ordinario, attraverso la detraibilità dei canoni periodici.

Oltre a permettere alle imprese di acquisire un bene senza intaccare la propria liquidità e di poterla utilizzare in altri ambiti, questa formula riduce le spese impreviste, e quindi l’incertezza economico-finanziaria.

Rinnovamento e innovazione

Non dovendo farsi carico del costo di acquisto, l’azienda ha la possibilità di acquisire attrezzature sempre all’avanguardia e di rinnovare periodicamente i beni passando a tecnologie più recenti, a vantaggio quindi dell’innovazione e sviluppo economico.

A questi vantaggi, si aggiunge anche il fatto che la Legge di Bilancio 2019 ha confermato la riapertura dei termini per l’accesso ai contributi per le micro, piccole e medie imprese previsti dalla nuova Sabatini (presentazione delle domande a partire dal 7 febbraio 2019) finalizzati all’acquisizione in leasing o tramite finanziamento di beni strumentali, impianti e tecnologie hardware e software.

Le risorse stanziate per il 2019 sono 480 milioni di euro, che verranno distribuite fino ad esaurimento. 

Sul fronte dell’innovazione e degli incentivi per l’Industria 4.0, il recente Maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019 ha confermato l’iper-ammortamento, per supportare tutte le imprese che intendono migliorare la propria competitività investendo nell'ambito dell'Industria 4.0, e che consente di supervalutare fino al 170% gli investimenti - effettuati con l'acquisto o in leasing - in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti.

Sicuramente queste agevolazioni forniscono ulteriori strumenti alle imprese per valutare con più serenità le acquisizioni di beni e gli investimenti, anche in ottica di innovazione tecnologica. Un passo in avanti per contribuire alla crescita economica delle imprese, e di conseguenza, di tutto il Paese.

 



Grazie, a breve riceverai una mail per confermare la registrazione!