Categorie

Silver economy, quali settori beneficiano del cambiamento demografico

Data di pubblicazione:
17 Aprile 2021

Condividi:

Lo stile di vita e le esigenze dei "nuovi” anziani - sempre più attivi, in salute e aperti alla tecnologia - si riflettono sull'economia globale dalla sanità al credito, dall'immobiliare al tempo libero e ai viaggi

Un Pianeta sempre più “silver”: è questo lo scenario che si prospetta nella crescita della popolazione dei prossimi anni.

Quelli che un tempo si sarebbero definiti “anziani”, oggi sono una fetta importante della popolazione: sempre più attivi, in salute ed esigenti, con un ampio ed eterogeneo spettro di desideri e necessità e con una capacità di spesa sempre più importante che si ripercuote in maniera significativa sull’economia globale.

The Silver Economy, uno studio realizzato nel 2018 per la Commissione Europea dal Gruppo Technopolis e da Oxford Economics, rileva che nel 2015 in Europa il 39% della popolazione – 199 milioni di persone – aveva più di 50 anni e una spesa in prodotti e servizi privati pari a circa 3.300 miliardi di euro. Una stima che nel 2025 ci si aspetta raggiunga i 222 milioni di persone, pari al 42,9% della popolazione europea, con una capacità di spesa di circa 5.000 miliardi di euro.

Un’economia importante, che coinvolge moltissimi settori, soprattutto perché, grazie a una aspettativa di vita sempre maggiore e a una qualità della vita sempre più alta, i “Senior” hanno una condizione economica e un potere di acquisto superiore alla media. Uno scenario importante, dunque, che apre le porte a uno sviluppo significativo e ad ampie opportunità di occupazione.

A partire dal settore sanitario e farmaceutico, dove si assisterà necessariamente a una diversificazione dei servizi offerti nell’ospitalità per la parte di popolazione più anziana, e al potenziamento della medicina di precisione, telemedicina e robotica per offrire assistenza quotidiana e tempestiva. L’e-health subirà sicuramente una forte crescita, con l’implementazione di sistemi di diagnostica – anche a distanza - che saranno sempre più richiesti.

Per non parlare del settore bancario, assicurativo e degli investimenti, dove la longevità della popolazione e le aspettative di vita sempre maggiori creeranno naturalmente un forte interesse e grandi opportunità di sviluppo.

Nel mercato immobiliare, anche in conseguenza dei recenti lockdown che hanno fatto nascere nuove esigenze, emergeranno nuove opportunità di investimento per rispondere alla necessità di abitazioni spaziose, luminose, con spazi dedicati al lavoro e con aree esterne – anche per i “senior”, sempre più attivi.

Parallelamente, nuovi sviluppi vi saranno nel settore della progettazione edilizia e architettonica - urbana e abitativa: si pensi ad esempio all’implementazione di ambienti cittadini age-friendly, e all’utilizzo delle tecnologia 4.0 per la progettazione (e adeguamento) di abitazioni sempre più funzionali e tecnologicamente avanzate, con una forte integrazione tra sistemi di domotica, tecnologie smart home e internet of things in grado di offrire comodità e assistenza all’interno delle mura domestiche.

Ma le opportunità si estendono anche al settore della cultura e del turismo, dello sport, del divertimento e della ristorazione: lo stile di vita sempre più attivo e salutare, le attività all’aria aperta, la capacità di spesa e il maggiore tempo libero a disposizione, fanno di questo segmento un ‘target’ privilegiato per la creazione di offerte sempre più specifiche, con ampi margini di crescita.

La silver economy, dunque, si presenta come un’occasione per le imprese per investire in un settore dalle potenzialità davvero ampie e in continua crescita, e rappresenta una risorsa importante per la ripresa economica del Paese.

CONDIVIDI QUESTA STORIA SUI TUOI CANALI:

Grazie, a breve riceverai una mail per confermare la registrazione!