Comunicati stampa

18 Novembre 2021

Nuova operazione di cartolarizzazione del portafoglio crediti performing per 1.104 milioni di euro

Alba Leasing ha concluso una nuova cartolarizzazione pubblica per un valore nominale complessivo del portafoglio pari a 1.104 milioni di euro.

L’operazione, strutturata da Banca Akros (Gruppo Banco BPM), Intesa Sanpaolo - Divisione IMI Corporate & Investment Banking e da Societe Generale Corporate & Investment Banking (“SG CIB”) quali Joint Arrangers Joint Lead Managers, è stata perfezionata tramite la società Alba 12 SPV, costituita da Banca Finint che ricopre anche i ruoli di Back-up Servicer, Calculation Agent, Corporate Servicer e Representative of the Noteholders. Per i ruoli di Paying Agent e Account Bank è stata nominata BNP Paribas Securities Services. Gli aspetti legali sono stati curati dagli studi internazionali Chiomenti per i Joint Arrangers e Joint Lead Managers e Jones Day per Alba Leasing.

Alba Leasing ha trasferito alla società veicolo un portafoglio di crediti derivanti da contratti di leasing performing generati dall’Originator prevalentemente negli ultimi 24 mesi in linea con quanto prescritto dalla Legge 130/1999 per le operazioni di cartolarizzazione. Per finanziare l’acquisto del portafoglio l’SPV ha emesso 3 classi di titoli (Senior, Mezzanine e Junior). I Titoli Senior e i Titoli Mezzanine sono quotati alla Borsa di Dublino con la seguente struttura finanziaria:

Classe di Titoli

Rating (Moody’s/DBRS/Scope)

Importo (€)

% emissione

Classe A1

Aa3 / AAA / AAA

474.700.000

42,6%

Classe A2

Aa3 / AAA / AAA

225.200.000

20,2%

Classe B

Ba1 / BBB high / BBB+

238.400.000

21,4%

Classe J

Not rated

175.100.000

15,7%

Tot.

 

1.113.400.000

100,00%

 

 

Una porzione pari al 95% dei Titoli di Classe A1, con coupon pari a Euribor 3m + 70 bps ed emessi sopra la pari, sono stati collocati sul mercato (con Banca Akros, Intesa Sanpaolo - Divisione IMI Corporate & Investment Banking e SG CIB quali Joint Lead Managers) mediante un’offerta pubblica che ha riscontrato un importante successo, con ordini pari a quasi 900 milioni di euro a fronte di 451 milioni di euro di Titoli di Classe A1 disponibili, e un rendimento finale pari a Euribor 3m + 36 bps.

Il collocamento ha riscontrato un forte interesse da parte degli investitori esteri, che hanno sottoscritto oltre il 45% dell’ammontare dei titoli collocati, a testimonianza dell’ottimo apprezzamento di cui gode il nome Alba Leasing presso gli investitori istituzionali internazionali.

I Titoli di Classe A2, nonché i Titoli di Classe Mezzanine e i Titoli Junior sono stati integralmente sottoscritti all’emissione da Alba Leasing.

Successivamente i Titoli della Classe A2 e della Classe B Mezzanine (entrambe al netto della quota ritenuta dall’Originator in conformità alla normativa vigente) sono stati venduti sul mercato secondario al gruppo BEI. In particolare, 213,9 milioni di euro di Titoli di Classe A2 sono stati acquistati dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) - mentre 180 milioni di euro e 46,4 milioni di euro dei Titoli Mezzanine B sono stati acquistati rispettivamente dalla BEI e dal Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI), per un investimento complessivo pari a oltre 440 milioni di euro, mettendo a disposizione un nuovo plafond da destinare alle PMI/ MidCap sotto forma di credito agevolato nei successivi 36 mesi.

“Con questa operazione trova pertanto conferma la proficua collaborazione in essere da tempo con il Gruppo BEI” - dichiara il Presidente di Alba Leasing, Luigi Roth - “grazie alla quale Alba Leasing eroga nuovi finanziamenti a condizioni competitive volti a promuovere gli investimenti delle aziende clienti, in particolare PMI, contribuendo in tal modo allo sviluppo del tessuto imprenditoriale dei propri territori di riferimento”.

Per Alba Leasing si tratta della seconda operazione ad aver ottenuto lo status STS. L’acronimo STS è utilizzato dalla nuova regolamentazione europea sulle cartolarizzazioni, in vigore da gennaio 2019, per le operazioni “Semplici, Trasparenti e Standardizzate”. Questi criteri di qualità sono stati inoltre oggetto di analisi del Prime Collateralised Securities (PCS) in qualità di terzo verificatore.

“Nel nostro ruolo di abilitatori del cambiamento” - afferma il Direttore Generale di Alba, Stefano Rossi – “ci prefiggiamo di indirizzare nel medio lungo periodo le imprese italiane verso un utilizzo del leasing volto a favorire il processo di transizione ecologica in atto. Questo percorso sarà sicuramente facilitato grazie anche alle risorse finanziarie che la società è stata in grado di reperire sul mercato mediante la finalizzazione della nuova operazione di cartolarizzazione Alba 12”.


Grazie, a breve riceverai una mail per confermare la registrazione!